Chi Siamo

FACENDO INSIEME

Promotori Culturali è una rete di associazioni aresine che ha l’obiettivo di raggiungere una maggiore partecipazione, pluralismo e fruizione della comunità aresina alla vita culturale.

Una rete che intende allargarsi e coinvolgere tutte le realtà culturali e animative della nostra città.
Un obiettivo ambizioso che ha avuto il contributo di Fondazione Cariplo attraverso il progetto “Arese: la città dei Promotori Culturali”.

… insieme

  1. perché tutti possano riconoscersi nei valori culturali e identitari della nostra comunità.
  2. perché i giovani vengano coinvolti nelle nostre iniziative.
  3. per costruire una rete di collaborazione tra le realtà associative, culturali e di animazione.
  4. per organizzare spazi creativi condivisi e aperti a tutti.
  5. per rendere gli eventi più coordinati e fruibili, favorendo la più ampia partecipazione.

 

più INFO

Si intende nello specifico dissotterrare e promuovere il patrimonio storico-artistico aresino.  Questo obiettivo è di grande importanza per la comunità tutta, ma vuole essere prioritario per la consapevolizzazione delle proprie radici da parte dei giovani aresini.

Altro obiettivo specifico del progetto quello di dare maggiore apertura e rinnovamento alle attività culturali aresine, che spesso sono frammentate e frequentate soprattutto da partecipanti adulti. Per fare questo si pensa di:

  • puntare sui giovani, coinvolgendo quanti già si sono avvicinati alle attività culturali degli enti e trovandone di nuovi attraverso lo Spazio Giovanile Comunale di Arese.
  • Costruire una rete sinergica degli operatori culturali, dove per questi si intendono sia quelli con incarichi di responsabilità dentro le associazioni sia i funzionari comunali che si occupano di cultura. Si intende creare proprio una Comunità artistica aresina, dove ogni compagnia e associazione mantiene un’autonomia ma allo stesso tempo appartiene e crea un Bene Comune: la cultura aresina.
  • costruire spazi creativi, perché le associazioni hanno più volte lamentato di non avere a disposizione degli spazi funzionali per le prove e le esibizioni, allora si intende far diventare lo Spazio Giovani YoungDoIt l’officina culturale insieme ad altri luoghi di cultura comunali, come l’auditorium, la vecchia biblioteca e soprattutto la nuova, che è stata concepita come un centro civico dove il protagonismo e la creatività trovano spazio in degli ambienti dedicati. Si pensa a dei luoghi di aggregazione culturale centrati sul fare insieme, sul confronto, lo scambio, lo sviluppo della consapevolezza di sé e degli altri e in grado di elaborare nuove sintesi culturali.

Quanto appena sopra descritto si realizzerà attraverso l’implementazione di articolate azioni che condurranno nel 2019 alla realizzazione di un evento di teatro di comunità diretto da Marcello Chiarenza.